Salento Flash

Nardò, intervento delle guardie zoofile per la copiosa moria di pesci del canale Asso. Interessata la Procura

 Breaking News
Nardò, intervento delle guardie zoofile per la copiosa moria di pesci del canale Asso. Interessata la Procura
gennaio 14
10:19 2020

A seguito degli eventi verificati da alcuni giorni all’interno delle acque del canale Asso per la copiosa moria di pesci del tipo “Arassi e Gambusia” i quali seppur siano specie che non dovrebbero essere presenti all’interno dell’asso, una volta accertata la loro presenza, sarebbero dovuti comunque essere in qualche modo tutelati.

La presenza copiosa di pesci all’interno dell’asso risulta inverosimile che sia causata solo dal presunto rilascio da parte di singoli individui di pochi esemplari, ma sarebbe più probabile l’ipotesi di un’eventuale sversamento di scarti di acqua con all’interno residui di uova provenienti da eventuali allevamenti o rivenditori di pesci rossi eventualmente presenti lungo tutto il tragitto del canale asso che nasce tra le campagne di Cutrofiano e Collepasso fino a terminare nelle campagne di Nardò.

L’informativa all’autorità Giudiziaria da parte delle Guardie Zoofile Neretine, si è resa necessaria per permettere agli inquirenti di fare luce sulle cause che hanno portato alla presenza di pesci all’interno del canale e a valutare eventuali azioni al fine di individuare eventuali responsabilità da parte di qualcuno.

Un altro intervento effettuato dal nucleo Guardie Zoofile Agriambiente Nardò, si è reso necessario a seguito di una segnalazione di alcuni cittadini residenti in via Michele Gaballo per la presenza in due postazioni differenti di veleno per topi gettato da ignoti. Una volta giunti sul posto si è potuto accertare la reale presenza di quanto segnalato e come da procedura, una volta avvisato il comando di Polizia Locale, si è proceduto alla bonifica dell’area con l’intervento della ditta bianco giunta tempestivamente sul posto.

Related Articles