Salento Flash

Al via CinemaScuolaLab a Galatone sui talenti del cinema under 35

 Breaking News
Al via CinemaScuolaLab a Galatone sui talenti del cinema under 35
ottobre 18
09:19 2019

Il cinema a scuola e la scuola al cinema con CinemaScuolaLab, tre giornate sui nuovi talenti del cinema ospitate tra il Palazzo Marchesale e il Teatro Comunale di Galatone con laboratori, proiezioni ed eventi speciali. La manifestazione, che si tiene da giovedì 17 a sabato 19 ottobresostiene il cinema realizzato dai giovani autori e la scuola come luogo di creazione e produzione audiovisiva. Tra i matinée scanditi dai laboratori sulla regia e la recitazione e le proiezioni serali aperte al pubblico, CinemaScuolaLab si configura come un percorso creativo alla scoperta di giovani in formazione e registi under 35 acclamanti sulla scena nazionale e internazionale. La programmazione cinematografica di CinemaScuolaLab comprende film di finzione, documentari, corti e lungometraggi: tutte produzioni indipendenti, tra le più vivaci tratte dall’archivio del Festival nazionale del cortometraggio ‘Gabriele Inguscio’, promotore di questo progetto culturale realizzato da Comune di GalatoneFondazione Apulia Film Commission, Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia 2019/2020”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia; in collaborazione con Il Veliero parlante e l’Educational tour “Il cinema in mostra: arti visive e didattiche innovative”, promosso dal Comune di Galatone, finanziato dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale – Gestione e valorizzazione dei beni culturali”. 

CinemaScuolaLab – Le giornate del cortometraggio scolastico e dei nuovi talenti ‘Gabriele Inguscio’ è una manifestazione dal volto giovane: studenti provenienti dalle scuole della provincia di Lecce si dedicheranno alla scoperta delle professioni del cinema sperimentando tecnica e creatività nel suo linguaggio, senza tralasciare la critica cinematografica per l’assegnazione del Gran Premio degli studentiCinemaScuolaLab accorcia le distanze generazionali: coinvolge appassionati di cinemadocenti famiglie con un programma mirato tra proiezioni ed eventi speciali che celebrano il cinema e le nuove generazioni di autori per creare relazioni e momenti speciali di incontro che possano incoraggiare i più giovani alla creazione audiovisiva, oltre al piacere della visione in sala. 

CinemaScuolaLab incrocia anche il press tour promosso dal Comune di Galatone e dalla Regione Puglia. Tra gli ospiti artisti visivi, giornalisti e operatori culturali provenienti da tutta Italia e dall’estero in occasione de “Il cinema in mostra: arti visive e didattiche innovative”: questo il titolo dell’educational tour che permetterà agli studenti di misurarsi con i professionisti invitati a arricchire la proposta culturale di questo evento. 

CinemaScuolaLab ospita anche un evento speciale: la proiezione di ‘Nosferatu il Vampiro’, diretto nel 1921 da Friedrich Wilhelm Murnau, nella versione restaurata della Cineteca di Bologna, musicato dal vivo da Mesimèr Ensamble, formato da Admir Shkurtaj, Giorgio Distante e Mariasole De Pascalis, in programma per sabato 19 ottobre. 

IL PROGRAMMA DI GIOVEDì 17 

Uno schermo al posto della cattedra e poltrone per banchi. Le attività di CinemaScuolaLab si aprono giovedì 17 alle 9.30 nel Teatro Comunale di Galatone per gli studenti provenienti dalle scuole di secondo grado della provincia di Lecce per partecipare alla visione dei cortometraggi selezionati dall’archivio del Festival nazionale del cortometraggio ‘Gabriele Inguscio’, giunto quest’anno alla sua 14esima edizione. Nel corso della mattinata scorrono sul grande schermo i corti inviati dagli istituiti di tutta Italia, da Torino a Milano, passando per la Puglia alle Isole. Tutti i film in programma concorrono al Gran Premio ‘Gabriele Inguscio’ che sarà consegnato nella serata di sabato 19 ottobre: i partecipanti si misurano con la critica cinematografica, guidati da esperti e dai promotori dell’associazione culturale che approfondiranno la storia e i retroscena dei film. Sempre a partire da giovedì 17 il Palazzo Marchesale apre le porte per accogliere i laboratori Long Take di Nicola Ragone sulla regia cinematografica e Un gioco serio, diretto da Fausto Romano per approfondire tecniche di recitazione e aspetti poco noti della pratica attoriale. 

Nelle serate è il Teatro Comunale di Galatone ad accogliere il pubblico e la programmazione cinematografica  di CinemaScuolaLab. Tre serate tematiche con proiezioni, commentate da esperti e film-maker under 35 con riconoscimenti importanti, in Italia e all’estero. Tra gli ospiti di giovedì 17 i registi Giulio Neglia e Nicola Ragone per ‘Sguardi diversi’ che si inaugura alle 19. Giulio Neglia, classe 1991, è attore, regista e produttore. Lavora per il cinema, la televisione e il teatro, firmando la regia di cortometraggi, videoclip e film. In qualità di attore vince nel 2017 il premio come miglior attore protagonista dei film “Appunti di viaggio” di Andrea Natale all’International Filmmaker Festival of World Cinema di Londra. Nicola Ragone è sceneggiatore, produttore e regista teatrale, cinematografico e di opere liriche. Nato nel 1986, vince nel 2015 il Nastro d’argento con il cortometraggio ‘Sonderkommando’, selezionato in 70 festival internazionali e vincitore di 24 premi. Ha collaborato con Ettore Scola nel suo film “Che strano chiamarsi Federico” e nelle sue ultime produzioni nel teatro lirico. A Galatone i due registi presentano rispettivamente il cortometraggio ‘Genericamente’, incentrato sui sogni di un aspirante attore, e ‘Vado verso dove vengo’, storie di partenze e ritorni nell’Italia dei margini. Dai grattacieli di New York ai calanchi di Aliano, dalle strade di Londra alle guglie rocciose di Castelemezzano, il documentario Vado verso dove vengo di Ragone racconta storie di vita incentrate sul senso del partire e il senso del restare, di abbandoni e ritorni nei piccoli paesi delI’Italia dei margini, dove emigrazione e spopolamento sono grandi emergenze da risolvere. Partiti e rimasti sono schegge e frammenti esplosi di un unico corpo da ricongiungere in nuove comunità frutto di relazioni e contaminazioni, per generare una nuova identità dei luoghi in abbandono. Trame di un nuovo modello di sviluppo da cui bisogna ripartire per riabitare l’Italia e capovolgere il rapporto tradizionale tra piccoli paesi e città, tra centro e periferia, e ricucire un nuovo legame tra locale e globale. Tra gli intervistati del film, anche il paesologo Franco Arminio e John Giorno, poeta e artista recentemente scomparso. Il documentario è stato ideato nell’ambito del progetto Storylines – The Lucanian Ways, parte del programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Ragone presenterà sabato 19 Long take esito del laboratorio di regia condotto con gli studenti delle scuole coinvolte in CinemaScuolaLab. 

Tutti gli eventi serali sono ad ingresso gratuito e hanno inizio alle 19.

Related Articles