Salento Flash

Incontro di presentazione del progetto Genius Loci all’Ex Conservatorio Sant’Anna di Lecce

 Breaking News
  • Meteo, temperature in picchiata La carta sinottica prevista per le 13 di oggi, ora italiana, dal Servizio Meteorologico e Idrologico Croato DHMZ mostra l’ingresso sui settori occidentali del Bacino del Mediterraneo di un ampio...
  • Lecce – Inter: allo stadio in bus Sei autobus Sgm in andata e sette al ritorno (con eventuale integrazione dei mezzi in caso di utenza più numerosa) partiranno con cadenza di 10 minuti, consentendo a tanti tifosi...
  • LA LUPA TENTA IL TERNO SULLA RUOTA DI VIESTE PER RESTARE IMBATTUTA NEL 2020 Seconda trasferta consecutiva in vista per la Pallacanestro Gls Lupa Lecce. I giallorossi si sono allenati per tutta la settimana agli ordini di coach Sandro Di Salvatore e sono attesi...
  • Il principe felice con lieto fine a Campi Salentina Dal 19 gennaio al 26 aprile tra Novoli, Campi Salentina e Trepuzzi, in provincia di Lecce, appuntamento con gli spettacoli e i laboratori di “Ci vuole un fiore – Famiglie a Teatro“. La rassegna comprende la programmazione ordinaria del Comune...
  • “Arsevite”: il 21 la proiezione del documentario a Unisalento Martedì 21 gennaio 2020, alle ore 17.30 presso il MUSA – Museo Storico-Archeologico dell’Università del Salento (complesso Studium 2000, via di Valesio, Lecce), è in programma la proiezione del film documentario “ArseVite”...
Incontro di presentazione del progetto Genius Loci all’Ex Conservatorio Sant’Anna di Lecce
ottobre 04
00:33 2019

Sabato 5 ottobre alle 10:30 nella sala conferenze dell’Ex Conservatorio Sant’Anna di Lecce si terrà l’incontro di presentazione del progetto internazionale Genius Loci – performing arts between heritage and future. Ideato e promosso da Astragali Teatro, sostenuto dal programma “Creative Europe” dell’Unione Europea, il progetto coinvolge il Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento, il Teatro di Stato di Costanza (Romania), la Fondazione di Danza ‘Alicia Alonso’ dell’Università ‘Re Juan Carlos’ di Madrid (Spagna), l’International Theatre Institute – UNESCO (Francia), il Comune e il Teatro di Zante (Grecia).

All’incontro parteciperanno, oltre al vicesindaco di Lecce Alessandro Delli Noci e agli assessori comunali Paolo Foresio e Fabiana Cicirillo, i rappresentanti dei partner internazionali coinvolti che nelle giornate di sabato e domenica si incontreranno e si confronteranno per avviare i lavori del progetto: Tobias Biancone (Francia), Alina Ioana Vasiliu Dana Dumitrescu (Romania), Luis Manuel Llerena Diaz (Spagna), Konstantinos Kapodistrias (Grecia) e per l’Italia Fabio TollediRoberta QuartaIvano Gorgoni (Astragali Teatro) e Mariano Longo (Università del Salento). Genius Loci promuove un viaggio tra le arti performative europee, attraverso l’incontro di comuni pratiche artistiche, ma anche di diverse metodologie e tradizioni culturali, per realizzare creazioni e pratiche artistiche innovative generate dal lavoro congiunto tra artisti europei provenienti da vari paesi e le comunità sulla base dello scambio e della conoscenza reciproca.

Il progetto – che si svolgerà da ottobre 2019 a gennaio 2021 – è finalizzato a promuovere la cooperazione culturale e il dialogo interculturale mettendo in relazione gli artisti alle comunità, il patrimonio culturale ai luoghi e ai contesti sociali, attraverso l’implementazione di residenze artistiche internazionali in quattro diversi luoghi: Zante (Grecia), Segovia (Spagna), Costanza (Romania), Lecce (Italia). La realizzazione di collaborazioni tra artisti europei porterà ad una produzione teatrale congiunta, alla realizzazione di spettacoli site-specific, di eventi interculturali. Il progetto esplorerà diverse forme teatrali,  musicali e di danza, sia dal punto di vista teorico che dal punto di vista pratico. Le relazioni tra diverse arti performative sono sempre state reciproche e fertili, con uno scambio costante di contenuti e tecniche, con interazioni, tracciando strade che si intersecano. Il contatto e il confronto di diverse pratiche teatrali possono avere un grande impatto innovativo sulle metodologie, gli approcci estetici. Le diverse forme artistiche entreranno in contatto attraverso il pratico lavoro congiunto tra artisti professionisti provenienti da diversi paesi europei.

«Genius Loci è la connessione di donne e uomini con il loro ambiente, con la loro cultura, con i propri desideri. Con la convinzione che esista un Genius Loci europeo, che si esprime attraverso le sue arti, le sue culture, nelle loro molteplici e diverse espressioni, nella sua “unità nella diversità”, intendiamo far riscoprire  la diversità del nostro patrimonio culturale», sottolinea Fabio Tolledi. «La cura del patrimonio comune deve poggiare su forti legami. Con la valorizzazione del patrimonio culturale europeo, per la creazione di un ambiente migliore e di relazioni più profonde, rispettose ed inclusive, artisti e cittadini partecipano, a livello europeo, alla creazione di nuove forme di cittadinanza, attraverso best practice culturali,mobilità tra vari paesi europei, scambio di idee».

Related Articles