Salento Flash

Paolo Perrone “spinge” la proposta di Fratelli d’Italia per il rilancio del Mezzogiorno

 Breaking News
  • Meteo, temperature in picchiata La carta sinottica prevista per le 13 di oggi, ora italiana, dal Servizio Meteorologico e Idrologico Croato DHMZ mostra l’ingresso sui settori occidentali del Bacino del Mediterraneo di un ampio...
  • Lecce – Inter: allo stadio in bus Sei autobus Sgm in andata e sette al ritorno (con eventuale integrazione dei mezzi in caso di utenza più numerosa) partiranno con cadenza di 10 minuti, consentendo a tanti tifosi...
  • LA LUPA TENTA IL TERNO SULLA RUOTA DI VIESTE PER RESTARE IMBATTUTA NEL 2020 Seconda trasferta consecutiva in vista per la Pallacanestro Gls Lupa Lecce. I giallorossi si sono allenati per tutta la settimana agli ordini di coach Sandro Di Salvatore e sono attesi...
  • Il principe felice con lieto fine a Campi Salentina Dal 19 gennaio al 26 aprile tra Novoli, Campi Salentina e Trepuzzi, in provincia di Lecce, appuntamento con gli spettacoli e i laboratori di “Ci vuole un fiore – Famiglie a Teatro“. La rassegna comprende la programmazione ordinaria del Comune...
  • “Arsevite”: il 21 la proiezione del documentario a Unisalento Martedì 21 gennaio 2020, alle ore 17.30 presso il MUSA – Museo Storico-Archeologico dell’Università del Salento (complesso Studium 2000, via di Valesio, Lecce), è in programma la proiezione del film documentario “ArseVite”...
Paolo Perrone “spinge” la proposta di Fratelli d’Italia per il rilancio del Mezzogiorno
febbraio 14
09:46 2018

“Per essere di nuovo competitiva l’economia del Paese deve ripartire dal Sud. Il Nord che guarda all’Europa e che vorrebbe stare al tavolo delle potenze europee, senza il Mezzogiorno, rischia la marginalità”. Così il candidato al Senato con Fratelli d’Italia nel collegio plurinominale Puglia 2 Paolo Perrone affronta il tema cruciale del rilancio dell’economia, raccogliendo una precisa proposta del partito di Giorgia Meloni.

“O si pensa seriamente a far crescere il sistema economico e produttivo delle regioni meridionali, agganciandolo finalmente al resto del Paese e annullando questa antica marcia a due velocità – continua – o non c’è futuro per nessuno. Anche lo Svimez ritiene indispensabile “concentrare” gli investimenti nelle regioni del Sud, fermo restando quel patrimonio di coraggio, idee e risorse tutto nostro, che stiamo già portando a profitto pur lentamente e tra mille difficoltà. Bisogna puntare sul Mezzogiorno come non si è mai fatto, perché è un’area strategica del Mediterraneo, con grandissime potenzialità. Non siamo una palla al piede, ma un’opportunità. L’alternativa è la prosecuzione di un declino che negli ultimi dieci anni di austerità ha comportato una strage di punti del prodotto interno lordo.

Fratelli d’Italia – spiega Perrone – ha una ricetta molto incisiva su questo fronte che prevede investimenti sulla capacità digitale, adeguamento logistico e infrastrutturale, tassazione equa. Il Sud, la Puglia e il Salento, ad esempio, hanno bisogno di trasporti migliori e di quelli pendolari in maniera particolare, come condizione per essere attrattivi e per rendere logici gli investimenti. Ci sono, poi, due proposte molto interessanti per il nostro territorio che ritengo debbano essere priorità del prossimo Parlamento e del prossimo governo. La prima è la previsione di una super deduzione per le aziende del Nord che aprono sedi secondarie nel meridione, la vera alternativa alla delocalizzazione all’estero. La seconda è la previsione delle “tassazione zero” per le imprese che operano nelle zone più disagiate, che sono prevalentemente al Sud, in pratica la scialuppa di salvataggio verso uno scenario di fallimenti e chiusure”.

Related Articles