Salento Flash

Fervono i preparativi per la Fiera di San Giovanni a Zollino

 Breaking News
Fervono i preparativi per la Fiera di San Giovanni a Zollino
giugno 23
02:37 2017

Un programma ricco di appuntamenti culturali, gastronomici e musicali, con contenuti legati ai prodotti tipici del territorio (legumi e sceblasti), all’agricoltura naturale, ad un modo di fare economia diverso, più etico e sostenibile per la Fiera di San Giovanni.

Le stradine del paese grico costituiranno la vetrina per i produttori selezionati dalla rete Salento km0 e per tanti artigiani che utilizzano materiali di recupero e tecniche di lavorazione tradizionali, ma anche il luogo giusto per degustare con tranquillità un menù di qualità con tante sorprese e novità sotto lo slogan “to kalò fai” che vuol dire proprio “il buon cibo”.

Accanto a questi temi consueti per la manifestazione che si ripete dal 1910, e che da qualche anno ottiene la certificazione volontaria Ecofesta Puglia, l’amministrazione comunale ha voluto aggiungere nell’edizione 2017 anche una riflessione sui diritti.

Infatti, già l’anteprima della Fiera, mercoledì 21, ore 19, presso Palazzo Mandurino, sarà dedicata alla presentazione con reading del volume “21 donne all’Assemblea” con Grazia Gotti, autrice del libro e Monia Cotugno, un racconto che è un invito alla partecipazione attiva alla vita pubblica e che raccoglie le biografie delle donne che parteciparono al processo costituente, iniziativa che rientra nell’ambito del Picturebook Fest – Festival dell’arte e della letteratura per ragazzi. Sempre mercoledì, ore 21.00, il ristorantino da Fabio e la Jemma Cooperativa di Comunità di Zollino propongono una cena su prenotazione dal titolo “Che spurchia!” a base della nota pianta parassita della fava.

Anche l’incontro di apertura, venerdì 23, ore 18.30, presso la bellissima terrazza di Palazzo Raho, riguarderà il “Diritto di sopravvivenza”, una discussione che spazierà dalle lotte ambientali a quelle per la difesa per la salute, del lavoro e dei diritti.

Dopo l’introduzione del Sindaco di Zollino Antonio Chiga, sarà il giornalista Luigi Russo a moderare gli interventi del Comitato No Tap, con Marco Santoro Verri e Serena Modoni, del Sindaco di Melendugno Marco Potì, di Ivan Stomeo (Sindaco di Melpignano e Presidente dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina, nonché delegato ANCI per i rifiuti e l’energia), di Fausto Durante (Responsabile delle politiche europee e internazionali della CGIL).

A seguire, in occasione delle manifestazioni legate alla Giornata Mondiale del Rifugiato, buffet multietnico offerto dal progetto SPRAR “Kalos Irtate”, gestito dall’Associazione Multiculturale Philos, e presentazione della mostra “Epifanie”, un viaggio fotografico e di parola attraverso la quotidianità dei ragazzi con cui l’associazione lavora, vere e proprie alterazioni dello sguardo che proprio come le Epifanie di Joyce rivelano qualcosa di nuovo alle nostre vite di tutti i giorni, al nostro territorio.

L’attenzione si sposterà subito dopo in Piazza San Pietro, dove la maestra Francesca Zacheo illustrerà le attività e i risultati del progetto di ricerca finanziato dalla legge regionale sulle minoranze linguistiche “Kuffiari pu travudume (burloni che cantano)” e dirigerà poi l’esibizione del coro Comu veri cantori, con un repertorio di canti in grico.

Lo spettacolo continuerà con “Viva il re”, travolgente concerto di Massimo Donno e La Banda de lu Mbroia di presentazione del nuovo album, uscito nei giorni scorsi, in cui il noto cantautore salentino verrà accompagnato da una orchestra di venti elementi.

In chiusura della prima serata di Fiera, alla mezzanotte, via libera ai riti e alle leggende legate alla notte magica di San Giovanni, la notte magica per eccellenza in cui tutto può succedere…

Il programma religioso prevede per la mattinata di sabato 24, ore 8.00, la celebrazione della Santa Messa presso l’antica Cappella dedicata a San Giovanni e la distribuzione della tradizionale “puccia cu le ulie”.

Nel pomeriggio, ore 19.30, ci sarà la premiazione del Contest “di tavole e di mestieri”, promosso da Puglia Rewind e Meditfilm, presso Palazzo Mandurino dove sarà allestita la mostra fotografica che raccoglie gli scatti più votati e le immagini più belle che illustrino la produzione dei piatti della nostra tradizione in tutta la filiera, dalla coltivazione nei campi fino alle tavole pugliesi.

Di pari passo si procederà anche con la premiazione del Concorso “Zollino in bianco e neve”, organizzato dall’amministrazione comunale per immortalare l’eccezionale nevicata del gennaio scorso.

La caratteristica Piazza San Pietro farà da cornice, alle ore 20.30, alla presentazione della “Guida Salento_KM0 – Coltivatori di cambiamento” con Francesca Casaluci e la rete dell’agricoltura naturale, ai laboratori per bambini con le erbe tradizionalmente usate per realizzare l’Acqua di San Giovanni, elisir benefico usato come portafortuna, e al concerto del coro eterogeneo di dodici voci salentine e non diretto da Anna Cinzia Villani che interpreteranno un repertorio composto da melodie tradizionali a partire da quelle registrate da Alan Lomax nella campagna di ricerca del 1954.

Infine saranno le selezioni di Antonio Djwar Conte, uno dei padri fondatori dell’attuale scena reggae e della cultura del sound system in Italia, ad accompagnare i visitatori verso la chiusura di questo evento sempre più green.

Related Articles