Salento Flash

La scrittrice Toni Maraini incontra studenti del Palmieri di Lecce

 Breaking News
maggio 19
14:06 2016

thumbnail_28649Un giro di ballo oltre i valichi dell’incomprensione. E’ questo l’invito che la scrittrice Toni Maraini, una delle maggiori esperte di letteratura maghrebina, propone con il suo ultimo libro “Ballando con Averroè. Racconti di viaggio in un mondo musulmano che non fa paura” (Edizioni Poiesis, collana Le rive dei narratori).

Fervono i preparativi per l’edizione 2016 di Mundi – Forum internazionale della solidarietà e della responsabilità sociale che si svolgerà a Campi Salentina, il 16 e 17 Luglio prossimi. Intanto, per la sezione dedicata alle scuole, Mundi ospiterà proprio l’etnologa italiana la quale incontrerà gli studenti del liceo classico Palmieri di Lecce, in un dialogo sulla conoscenza del mondo musulmano e sulla convivenza pacifica. L’appuntamento è per venerdì 20 maggio alle ore 18,30, presso Palazzo Turrisi a Lecce. Introdurrà e coordinerà l’incontro Renato Di Chiara Stanca, docente dello stesso Liceo e rappresentante di Intercultura. Interverranno Luca Calabrese, presidente dell’associazione “Salvatore Calabrese Onlus” e Loredana Di Cuonzo, Dirigente Scolastica del liceo Palmieri. La serata si concluderà con le “Danze dal mondo” di Anna Maria D’Antona di ORIENTAVENTI.

Averroè è il filo conduttore simbolico di questi nuovi racconti di Toni Maraini. Il filosofo arabo vissuto fra Cordoba e Marrakesh può davvero invitare a un giro di ballo oltre i valichi dell’incomprensione. Oggi più che mai abbiamo bisogno di riferimenti che incarnino i legami e le confluenze, e siano un antidoto alla paura fra le civiltà e le culture. Narrati a partire dal Marocco, i racconti si volgono al Maghreb e al Mediterraneo con documenti di storia e itinerari di viaggio, anche metaforici, e danno voce a donne e uomini che rappresentano realtà positive poco sostenute o messe in luce dall’Occidente. La tela di fondo tessuta dall’autrice è la gente di un mondo musulmano che vuole vivere e convivere in pace, non vuole invadere nessuno o essere invaso, che vuole risolvere i propri problemi, contrastare le derive fanatiche e resistere al terrorismo d’ogni fronte. Minacciata, invece, da cruente conflittualità, guerre devastanti e geopolitiche insensate, la percezione di quanto potrebbe unirci con la pace, la cultura e l’interscambio va alla deriva come gli esuli e i rifugiati tra frontiere e abissi marini. Con alcune ampie pennellate, e piccoli tasselli di memoria storica, il libro invita a riflettere su questi temi.

L’iniziativa è promossa dall’Associazione Salvatore Calabrese ONLUS nell’ambito del progetto MUNDI – Forum internazionale della solidarietà e della responsabilità sociale, in collaborazione con il Liceo classico e musicale G.Palmieri.

MUNDI, nato nel 2013 da un’idea di Serena Palazzo, responsabile del progetto, e Luca Calabrese apre ogni anno una finestra sulla conoscenza di culture diverse nell’alveo di una società multietnica, cercando di andare oltre gli stereotipi, promuovendo in questo modo il valore e il rispetto delle differenze. Quest’anno, la quarta edizione che si terrà a luglio sarà dedicata ai Balcani.

 

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Only registered users can comment.