Salento Flash

Smaltimento illecito e sversamento, sequestri in aziende agricole e frantoi tra Scorrano e Supersano

 Breaking News
  • Stop all’atletica leggera sino al 31 maggio Stop all’attività agonistica dell’atletica leggera sino al 31 maggio su tutto il territorio nazionale. Lo ha deciso venerdì scorso il Consiglio federale in videoconferenza, a causa dell’emergenza Coronavirus che continua...
  • Buoni spesa: pubblicato avviso pubblico per le attività commerciali È stato pubblicato sull’albo pretorio e nella sezione “News” del sito istituzionale del Comune di Lecce l’Avviso pubblico per manifestazioni di interesse riservato alle attività commerciali che intendono esprimere “interesse...
  • CORONAVIRUS: BANDIERE A MEZZ’ASTA IN ONORE AI CADUTI Questa mattina a mezzogiorno, anche le donne e gli uomini della Polizia Locale hanno reso omaggio alle vittime della pandemia da coronavirus osservando un minuto di silenzio davanti alle bandiere...
  • EMERGENZA_DALLA GIUNTA 5 MILA EURO IN BUONI SPESA Neretini ai nastri di partenza di quella che sta diventando una meravigliosa “gara” di solidarietà verso chi ha bisogno in questo momento di estrema difficoltà. A dare un segnale forte...
  • Prime lauree online e licenze Isufi in video conferenza «Si può essere vicini anche se fisicamente distanti, si può festeggiare usando fantasia e creatività. Le prime lauree online aggiungono un altro tassello al racconto dell’impegno della nostra comunità accademica....
febbraio 23
09:57 2016

Molteplici gli illeciti rilevati dai carabinieri del Nucleo operatorivo ecologico in sei aziende e frantoi sparsi tra Supersano e Scorrano.
L’operazione ha avuto inizio con una segnalazione dell’amministrazione comunale scorranese la quale ha fatto emergere il fenomeno dello smaltimento illecito delle acque di vegetazione che dovrebbero essere riutilizzate in agricoltura e venivano, invece, smaltite irregolarmente nei canali di bonifica gestiti dal consorzio “Ugento li foggi”.
A partire da questa segnalazione, i carabinieri del Noe di Lecce si sono messi all’opera per monitorare e ispezionare le aziende agricole e i frantoi oleari siti nella zona.

Una volta scattati i controlli, le irregolarità riscontrate sono state: smaltimento illecito dei rifiuti, delle acque di vegetazione delle olive e delle sanse e sversamento nei canali di bonifica.
I carabinieri hanno sequestrato una fossa scoperta in un’azienda di trasformazione di prodotti agricoli a Scorrano. In questa fossa, non impermeabilizzata e interrata, venivano stoccati rifiuti liquidi smaltiti nel sottosuolo illecitamente. I militari hanno altresì sequestrato, nella medesima azienda, due aree contenenti depositi incontrollati di rifiuti speciali.

Sequestrata, poi, in una seconda azienda, un’area di 500 mq circa dov’era stato realizzato un deposito incontrollato di rifiuti speciali. In un frantoio oleario di Supersano, invece, è stata sequestrata d’urgenza un’area di 150 mq circa dove era stato realizzato un impianto per il lavaggio delle macchine e dei veicoli aziendali e agricoli il cui refluo industriale andava a finire in un terreno agricolo senza alcun sistema di depurazione e senza autorizzazioni.
Un’altra fossa interrata non impermeabilizzata è stata sequestrata in un altro frantoio assieme a un deposito di rifiuti speciali pericolosi e non.
In tutto, sono sei le aziende agricole controllate nelle quali sono stati riscontrati degli illeciti e sono scattati i sequestri.
Quattro persone sono state segnalate alla Procura della Repubblica di Lecce per lo smaltimento illecito dei rifiuti.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Only registered users can comment.