Salento Flash

Tuglie, citofona di notte alla casa del sindaco minacciando e pretendendo un lavoro

 Breaking News
novembre 25
12:21 2015

TUGLIE- Aveva fatto irruzione nell’ufficio del sindaco di Tuglie, Massimo Stamerra, nel mese di giugno scorso aggredendolo verbalmente e distruggendo la porta e alcuni oggetti.
La scorsa notte Antonio Pezzulla, 46enne del luogo, ci ha riprovato ma stavolta si è recato direttamente sotto casa del sindaco per citofonare con insistenza oltre a minacciarlo urlando con un bastone di legno in mano.
Nel giro di pochi minuti sono arrivati sul posto i carabinieri che hanno arrestato nuovamente l’uomo, autore di un gesto così istintivo alla ricerca di un lavoro a causa del suo contratto ormai scaduto.
I carabinieri hanno cercato di calmare l’uomo che ha aggredito uno degli agenti colpendolo con un pugno sul viso.
Pezzulla è accusato di minacce, lesioni e oltraggio a pubblico ufficiale.
Nel mese di giugno, dopo la sua irruzione, il pm di turno aveva disposto i domiciliari per le accuse di violenza privata e violazione di domicilio aggravati. La richiesta dell’uomo era stata anche in quel caso quella di essere reinserito nella ditta per cui lavorava, una cooperativa che si occupava di pulizia e igiene ambientale a Tuglie.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Only registered users can comment.