Salento Flash

Lecce, contromano in bici e al telefono: multa di 482 euro

 Breaking News
agosto 03
10:46 2015

9318155-kAiG-U10302465863748xuE-640x320@LaStampa.itLa Polizia Locale di Lecce è da tempo impegnata nei controlli stradali anche sui velocipedi, tanto è vero che è stata ormai istituzionalizzata la pattuglia con le biciclette per vigilare nelle zone a traffico limitato nonché sul corretto utilizzo delle piste ciclabili.

Qualche giorno fa una pattuglia della Polizia Locale ha fermato il conducente di un velocipede (un trentaquattrenne di Lecce) che circolava contromano su Viale De Pietro, mentre, con nonchalance, parlava al cellulare.

Gli agenti inizialmente lo hanno invitato ad interrompere la conversazione telefonica ed invertire la marcia, ma l’uomo, evidentemente non consapevole delle conseguenze, li ha ignorati ed ha proseguito per la sua strada.

Agli agenti non è rimasta altra scelta che raggiungerlo e contestargli entrambe le violazioni al codice della strada commesse: circolazione contromano e uso di apparecchio telefonico durante la guida di veicolo.

In tutto 482€ di sanzione pecuniaria, 161€ ai sensi dell’art. 173 c.2 e 321€ previsti dall’art. 143 c.12 nel caso si percorra contro mano una strada divisa in più carreggiate separate da uno spartitraffico, così com’è Viale De Pietro in quel tratto.

Da tempo si osserva il malcostume da parte di molti conducenti di velocipedi di utilizzare la strada e tutte le sue pertinenze (marciapiedi, isole spartitraffico, attraversamenti pedonali) in palese violazione delle norme che regolano la circolazione stradale, con pericolose conseguenze dal punto di vista della sicurezza e dell’incolumità propria e degli altri utenti della strada (automobilisti, pedoni, ecc.).

Tale consuetudine si fonda, probabilmente, sull’errata convinzione che le regole del Codice della Strada non valgano per le biciclette.

“Al contrario – commenta il Comandante della Polizia Locale di Lecce Col. Donato Zacheole biciclette rientrano a tutti gli effetti nella categoria dei veicoli e, pertanto, soggiacciono alle stesse norme di comportamento. Ed è per questo che il personale del Comando è impegnato a prevenire e reprimere tutte le violazioni del Codice della Strada anche quelle commesse dai conducenti dei velocipedi.”

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Only registered users can comment.