Salento Flash

Campionati Italiani Elite: ecco i nuovi dieci campioni tricolori di pugilato

 Breaking News
dicembre 09
13:37 2014

La 92° Edizione delle fasi Finali dei Campionati Italiani Maschili Elite, indetta dalla Federazione Pugilistica Italiana ed organizzati dalla ASD BeBoxe Pug. Copertinese, ha avuto la sua degna conclusione con la disputa delle finalissime ad Ugento sul ring del PalaOzan avranno luogo le finalissime.

117 match, 107 dei quali svoltisi a Taviano presso il PalaIngrosso, sono stati necessari per avere i 10 nuovi Campioni della Boxe Tricolore, usciti fuori da un folto gruppo di boxer visto che in 137 si sono presentati a Gallipoli per prendere parte al massimo Campionato pugilistico Nazionale (per visionare Elenco clicca qui).

Tantissimi gli spettatori presenti in quel del PalaOzan per assistere alle 10 finalissime (riprese dalle telecamere di raisport 1 e mandate in onda in differita alle ore 21 di oggi 8/12 – nei prossimi giorni saranno caricate e fruibili alla visione sul canale Youtube Ufficiale Federazione Pugilistica Italiana FPIOfficialChannel, ndr) cui hanno presenziato: Massimo Lecci, Sindaco di Ugento, Carlo Portaccio, Sindaco di Taviano, Graziano Greco, Ass. Sport di Ugento, Luigi Corvino, Ass. Sport Taviano, Antonio Pascali, Pres. Coni Regione Puglia, Alberto Brasca, Presidente FPI; Vittorio Lai, Vice Presidente FPI, Walter Borghino, VicePresidente FPI, Alberto Tappa, Segretario FPI, i Presidenti dei CR FPI (tra cui ovviamente Fabrizio Baldantoni Pres. CR FPI Puglia-Basilicata), Sergio Rosa, Consigliere Federale FPI, Giancarlo Ottavio Ranno, Consigliere Federale FPI, Massimo Scioti, Consigliere Federale FPI, Angelo Musone, Consigliere Federale FPI, e i due massimi dirigenti della BeBoxe Copertino (Società organizzatrcie del Torneo su mandato FPI), Francesco Stifani e Salvatore Carafa. Prima dell’inizio delle finali è stato fatto rispettare un minuto di raccoglimento in memoria dell’ex Arbitro Internaziolae AIBA e Membro CESAG Maurizio Forni, scomparso lo scorso 23 novembre.

Prima dell’inizio delle finali è stato fatto rispettare un minuto di raccoglimento in memoria dell’ex Arbitro Internaziolae AIBA e Membro CESAG Maurizio Forni, scomparso lo scorso 23 novembre. Nella finale 49 Kg (Arbitro  Giulio De Maldè) sono saliti sul ring Gianluca Conselmo (Pol. Melluzzo Totip) e  Francesco Barotti (Pug. Massese). Conselmo, vincendo per 3-0, si è aggiudicato il suo primo titolo nazionale.

 L’oro 52 Kg ( Arbitro Pierpaolo Avolio) se lo sono conteso Hakim Chebakia (Pol. circ. Dozza) e  Claudio Grande (Pug. Massese). Il 3-0 su Chebakia ha permesso a Grande di laurearsi Campione Italiano 2014.

La Canottiera tricolore dei 56 Kg (Arbitro Luca Vadilonga) se la sono giocata Simone Bagatin (Biella Boxe) e Stefano Gasparri (GS Fiamme Oro). Gasparri, superando 3-0 (dopo preferenza, ndr) Bagatin, ha conquistato il titolo nazionale 56 kg.

Francesco Splendori (GS Fiamme Oro) e Fateh Benkorichi (Pug. Domino) sono stati i protagonisti della finalissima 60 Kg (Arbitro Carlo Franchi). Benkorichi, grazie al 3-0 su Splendori, ha fatto suo il titolo di Campione 60 Kg.

Quella dei 64 Kg (Arbitro Aniello Palmieri) avrebbe dovuto essere disputata da Salah Rafik (VCO Boxing Club), che però non ha potuto combattere causa un infortunio occorsogli nella semifinale di ieri (7/12). Dario L. Vangeli (GS Fiamme Oro) si è così laureato Campione, in virtù del Walk Over del suo avversario. Per il pugile Pugliese si tratta del sesto alloro tricolore dopo quelli del 2007 (Castel S. Pietro); 2008 (Milano); 2010 (Napoli); 2011 (Reggio Calabria); 2012 (Roma).

Vangeli è stato anche nominato miglior Boxer della Kermesse.Il primo posto nei 69 Kg (Arbitro Alessandro Renzini) è stato un affare tra  Alessandro Marziali (GS Fiamme Oro) e Alfonso Di Russo (BT S. Di Marco). DiRusso (2-1) ha sconfitto Marziali, riconquistando l’oro ai Campionati Italiani dopo quello del 2011 a Reggio Calabria. Giuseppe Perugino (GS Fiamme Oro) e Federico Bellancini (Pug. Vasco De Paoli) hanno incrociato i guantoni nel match conclusivo dei 75 Kg (Arbitro Maria Rizzardo). Perugino ha centrato il suo primo alloro tricolore, battendo 2-1 Bellancini.

Luca Capuano (Pug. Rodio) e Gianluca Rosciglione (CS Esercito) hanno dato vita a quello degli 81 Kg (arbitro Diego Guida). Capuano, già Campione nel 2010 (Napoli) e 2011 (Reggio Calabria), si è messo in tasca l’oro 81 Kg grazie al 3-0 su Rosciglione.l’umbro Daniel Betti (Valle Umbra Nord) e il romano Mattia Faraoni (Team Boxe Roma XI) hanno boxato per l’oro dei Pesi Massimi (91 Kg) (Arbitro Emanuele Chiappini). A conquistarlo è stato Faraoni (2-1). Nei +91 Kg (Arbitro Francesco Cicilese), infine, Mirko Carbotti (Boxe Casalbruciato) e Alessio Spahiu (Bergamo Boxe)hanno dato vita al contest per la corona Italiana di questa categoria di peso. Spahiu (3-0) si è portato il massimo alloro tricolore per la prima volta nella sua carriera.

Finali cui, causa impegno all’estero con la Nazionale, non ha potuto assistere Raffaele Bergamasco, Responsabile Tecnico dell’Italia Boxing Team Nazionali Maschili, che però ha avuto modo di visionare dal vivo tutte le fasi preliminari, semifinali compreso. Questo il suo commento, rilasciato nella giornata di ieri a conclusione delle semifinali: “Una bellissima edizione, che, anche a causa dell’assenza degli Azzurri che da domani (oggi ndr) saranno con me a Cuba per un Training Camp fino al 20 dicembre, è stato anche molto equilibrato. Ho avuto modo di valutare le qualità di tutti gli atleti partecipanti, che hanno dimostrato di averne moltissime sia dal punto di vista tecnico che agonistico. Oltre a coloro che hanno raggiunto le finali, vorrei menzionare: Serra, Lo Porto, Morello, Gena, Festosi, Gabriel Pal, Zito e Scardina. Tutti pugili che hanno le carte in regola per far parte del giro Azzurro.” Questo invece il commento a questa edizione del torneo del massimo dirigente del Pugilato Italiano, Il Presidente FPI, Alberto Brasca:

“Un Torneo contraddistinto dal grande equilibrio. Questo denota il fatto che il livello qualitativo dei nostri boxer si è livellato verso l’alto. Altra cosa da menzionare è il fatto che hanno preso parte a questa edizione pugili provenienti da tutta Italia e se, ad esempio, andiamo a vedere gli atleti che sono arrivati in finale e semifinale, non possiamo non notare che tutto lo stivale è rappresentato. Dato estremamente positivo in funzione del rafforzamento delle squadre Nazionali. Voglio ringraziare, infine, per l’ottimo lavoro svolto a livello organizzativo la BeBoxe Copertino e le varie amministrazioni locali per il supporto dato sia alla società di Copertino che alla FPI.”

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Only registered users can comment.