Salento Flash

RockAlive si chiude con "Mezzo secolo di rock attraverso Neil Young"

 Breaking News
novembre 17
10:36 2014

La rassegna “RockAlive. Frammenti di rock, un viaggio tra musica e arte visiva”, organizzata da ShotAlive in collaborazione con Coolclub, Officine Cantelmo, Galleria Psicoattiva nell’ambito del progetto Officine della Musica, promosso dall’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Lecce con il sostegno di Puglia Sounds – PO FESR Puglia 2007-2013 Asse IV, si conclude alle Officine Cantelmo, mercoledì 19 novembre, con “Rust never sleeps. Mezzo secolo di rock attraverso Neil Young”.

Dopo le “Storie di blues, in dodici battute” con Alberto Castelli, e “Gli altri ottanta. Racconti della galassia post-punk” con la scrittrice Livia Satriano, l’ultimo appuntamento vedrà la partecipazione di Marco Grompi affiancato da Marco Epifani.

Marco Grompi si è da sempre dedicato all’approfondimento della musica rock come forma culturale, accumulando esperienze in praticamente tutti gli ambiti del settore. Già autore e/o curatore di varie pubblicazioni dedicate all’opera omnia e alla traduzione ufficiale di tutti i testi di Neil Young, Joni Mitchell, Eagles e Sonic Youth (Giunti), nel 1998 ha curato la prima e unica monografia italiana dedicata a David Crosby (Penguin’s). Per Editori Riuniti ha pubblicato Le canzoni di Bob Marley (2002) e Neil Young 1963-2003: 40 anni di rock imbizzarrito (2003). Ha curato numerose traduzioni italiane di saggi e biografie di ambito rock. Nell’arco degli ultimi vent’anni ha collaborato con numerose riviste specializzate (Buscadero, Jam, Late For The Sky, Tribe, Playmusic, GQ) e contribuito alla stesura del Dizionario del pop-rock (Baldini & Castoldi, 1999) e della Grande Enciclopedia Rock (Giunti, 2002). Dalla fine degli anni ’90, svolge attività di consulente alla promozione in Italia per svariate etichette indipendenti, compagnie di distribuzione e agenzie di booking e management.

<Neil Young è il tipico esempio di artista la cui musica rispecchia molto le vicende personali dell’autore. Anche se talora non si tratta di canzoni squisitamente autobiografiche, le vicende personali vissute da Young si sono sempre riflesse nelle sue canzoni. Ripercorrere la sua vita e ripercorrere i sui dischi è quindi un percorso unico e inscindibile, anche perché Young ha sempre messo la propria esistenza al servizio della propria ispirazione, nella buona e nella cattiva sorte>, sottolinea Neil Young. <Basandomi ovviamente sui suoi dischi, ma anche sulle decine di libri pubblicati, sulle centinaia (forse migliaia) di interviste rilasciate in 40 anni di carriera e forte di una passione che mi ha spinto a seguire le sue vicende a partire dal 1978, ho cercato di dare un quadro esauriente della sua statura artistica. Talora indagare nei meandri di una personalità tanto complessa risulta affascinante, altre volte un po’ inquietante, ma ritengo che Young sia, al pari di Dylan, una delle figure più importanti del rock ancora in circolazione> (dichiarazione tratta da un’intervista a cura di Salvatore Esposito).

Il 4 novembre è uscito “Storytone”, il nuovo album di Neil Young composto da dieci brani registrati live in studio con un’orchestra di 92 elementi e un coro. Young ha registrato prima tutto in acustico da solo e, in un secondo momento, ha creato versioni delle stesse canzoni arricchite dall’orchestra e da una big band.
mercoledì 19 novembre – ore 21.00
Officine Cantelmo – Lecce
Ingresso gratuito
Info www.officinedellamusica.org – 0832303707

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Only registered users can comment.