Salento Flash

Giorgio Prette lascia gli Afterhours

 Breaking News
novembre 03
11:29 2014
20-®ilariamagliocchettilombi

Foto di Ilaria Magliocchetti Lombi

Manuel Agnelli, leader degli Afterhours, storica band indie-rock italiana, nel corso dell’incontro con l’autore presso il Medimex a Bari, venerdì 31 ottobre, aveva annunciato “grossi sconvolgimenti” nella band.

“È diventato un progetto un po’ troppo pesante. Abbiamo idee diverse, qualcuno vuole fare progetti autonomi. Vorrei riportare gli Afterhours a qualcosa di più piccolo”, aveva asserito il cantante del gruppo formatosi a Milano nella seconda metà degli anni ’80.

Queste poche sibilline frasi hanno scatenato il panico tra i numerosi fans della band che, in questi giorni, hanno ipotizzato l’uscita dalla band dei componenti che, contemporaneamente al progetto Afterhours, hanno in piedi numerose collaborazioni e percorsi personali, come ad esempio Roberto Dell’Era, che ha appena firmato la colonna sonora di “Senza nessuna pietà” e il cui nuovo album solista vedrà la luce a gennaio, e Rodrigo D’Erasmo, violinista che collabora con molti artisti italiani e internazionali.

Afterhours06_magliocchetti_web-654x404Quello che i fan proprio non attendevano, però, era l’uscita di scena del batterista storico della band punto di riferimento dell’indie-rock italiano, Giorgio Prette.

La notizia giunge questa mattina dal sito ufficiale della band: “Giorgio Prette, storico batterista degli Afterhours, dopo 25 anni lascia la band per dedicarsi ad altri progetti musicali, ringraziando il pubblico per il seguito e l’affetto ricevuto”.

Anche se non è tra i fondatori del gruppo, Prette è colui che insieme a Manuel Agnelli dà un senso di continuità alla band. Vi è entrato nel 1992 all’epoca del mini-lp “Cocaine Head” e da quel momento è stato uno delle colonne portanti del progetto. Il suo stile si distingue per i tempi molto ritmati, tenuti con timpano e rullante: è questo uno degli elementi caratteristici che hanno reso nota la musica degli Afterhours nel panorama rock italiano.

Alla luce di questa notizia, assume un significato diverso l’apertura dei concerti dell’ultimo tour con questa domanda, sussurrata al microfono proprio da Prette con tono didascalico e rituale: “Hai paura del buio?”.

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Only registered users can comment.