Salento Flash

“Contrattazione collettiva per l’Italia di domani”, un successo il convegno promosso da Laica, Cisal e Anpit

 Breaking News
“Contrattazione collettiva per l’Italia di domani”, un successo il convegno promosso da Laica, Cisal e Anpit
ottobre 06
12:46 2018

Si è svolto venerdì 5 ottobre presso la Sala Tiziano del Grand Hotel Tiziano di Lecce l’importante convegno in merito alla “Contrattazione collettiva per l’Italia di domani”, promosso dall’associazione Laica in collaborazione con Cisal Terziario (Federazione Nazionale Autonoma Lavoratori) e Anpit (Associazione Nazionale per l’Industria e Terziario).
L’obiettivo dell’incontro, accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Lecce, è stato quello di presentare le principali novità dei CCCCNNLL CISAL-ANPIT approfondendone gli aspetti sindacali, normativi e le sostanziali novità in materia di incentivi e sgravi fiscali per i datori di lavoro.

Dopo i saluti istituzionali dell’Avv. Manuela Guadalupi, delegata della Filiera Laica Lex, dell’Avv. Maurizio Valentini in rappresentanza dell’Ordine degli Avvocati di Lecce e del Dott. Antonio Lezzi per l’Ordine dei Consulenti del Lavoro della provincia di Lecce, la parola è passata al Dott. Roberto Fatano, presidente dell’associazione Laica, il quale ha dichiarato: “La contrattazione collettiva con Cisal assume un indirizzo nuovo ed è quello di essere uscito e di uscire dalle gabbie rappresentate dalle vecchie concertazioni fatte da gruppi di natura sindacale dei lavoratori e associazioni che hanno espresso tutta la loro chiusura. In una civiltà moderna, l’apertura e le forme di comprensione della contrattazione collettiva devono tener presente di forme di responsabilizzazione sia da parte del sindacato dei lavoratori che delle imprese.
Questo, all’interno dei contratti, è sicuramente un motivo fondamentale. Come associazione Laica, abbiamo promosso questi contratti facendone stipulare tantissimi con un alto gradimento da parte delle imprese e, soprattutto, con la comprensione dell’assoluta validità del progetto da parte dei lavoratori.
Abbiamo potuto constatare che i CCCCNNLL CISAL-ANPIT contribuiscono a portare nelle aziende competitività e responsabilità dei lavoratori, oltre ad una serie di positive peculiarità comprovate dall’analisi dettagliata dei costi“.

Si sono poi soffermati sugli aspetti peculiari della nuova formula contrattualistica il Dott. Federico Iadicicco, Presidente Nazionale Anpit, che ha relazionato in merito alla competitività nell’era della globalizzazione asserendo che “la contrattazione collettiva debba impattare di meno per consentire di sviluppare la contrattazione di secondo livello e quindi sviluppare tutti quegli elementi legati al welfare e alla produttività che consentono di migliorare l’efficenza del lavoro facendo partecipare i dipendenti ad alcune scelte strategiche coinvolgendoli, così, maggiormente”; l’avvocato Gabriele Sergio, Avvocato tributarista Studio ACTA, ha aggiunto che “con la contrattualistica Cisal è possibile accedere ad una nuova forma di welfare aziendale che prevede una serie di opportunità per datore di lavoro e lavoratore. Per il datore di lavoro c’è la possibilità di organizzare i benefici per i lavoratori assegnando loro un vantaggio importante sotto il profilo fiscale e previdenziale. Attraverso questa formula è altresì possibile assegnare ai lavoratori dei premi di produzione con una defiscalizzazione ed una decontribuzione se il lavoratore sceglie di trasformare il denaro in servizi welfare previsti dal legislatore tributario”.

Infine, l’intervento del Dott. Vincenzo Cartelli, Segretario Nazionale Cisal Terziario, ha approfondito circa i risvolti normativi e sindacali dell’applicazione dei CCCCNNLL CISAL-ANPIT, concludendo i lavori della giornata: “Puntiamo particolarmente alla contrattazione di secondo livello cercando di sfruttare il welfare puro con una fiscalità zero”.

Related Articles