Salento Flash

Con Sinapsingioco la Scienza sorride e scende in piazza

 Breaking News
Con Sinapsingioco la Scienza sorride e scende in piazza
gennaio 11
17:13 2018

È possibile raccontare la scienza ai più piccoli, come se fosse una grande avventura fatta di curiosità, disegno libero e mistero? Pensando ai bambini tra i 4 e i 10 anni, l’associazione Meh ha provato a rispondere a questa domanda e il risultato è il progetto Sinapsingioco, finanziato dalla Regione Puglia con il bando Pin – Pugliesi Innovativi.
Domenica 14 gennaio, in Piazza Sant’Oronzo a Lecce, Sinapsingioco si presenta. Dalle 11 alle 18, accompagnati dai consulenti scientifici e dalle illustratrici del team, tutti i bambini potranno partecipare liberamente alla costruzione di una cellula e portare a casa un piccolo regalo. Perché una cellula? Anzitutto è sempre importante domandarsi perché. È il motto finale della filastrocca che racconta la storia dell’eroe di Sinapsingioco, Giosuè, Gran Cavaliere dei Perché: «Un perché fa bene alla testa, molto più di una tempesta!». E poi perché la cellula è l’unità fondamentale che sta alla base di tutti gli organismi viventi. È l’inizio di una storia, insomma, e ogni riferimento all’avvio di Sinapsingioco è fortemente voluto. SInapsingioco è la grande avventura della Scienza per i ragazzi. Si tratta di laboratori innovativi dedicati ai bambini tra i 4 e i 10 anni. Il team dei progettisti è composto dal designer Marco Spinelli, dalle illustratrici Chiara Spinelli e Paola Rollo, dal dietista Marcello Greco e dal giornalista Andrea Aufieri. A loro si affiancano la biologa Francesca Azzi e il tecnico ambientale Francesco Castorini.
La fusione tra le tematiche scientifiche e il disegno è affascinante per le capacità dei bambini, e la scelta di un team specializzato nel “parlare” con loro è il fiore all’occhiello del progetto. Si presenteranno due formule, la Fast (al galoppo con Giosuè), che si terrà in sole due ore, e la Slow (al passo con Giosuè), che tratterrà le tematiche con maggiore attenzione agli esperimenti e alle “mani in pasta” in otto ore divise per quattro incontri. Il primo laboratorio a essere proposto nelle due formule, a partire dal 20 e dal 21 gennaio, sarà quello sull’alimentazione, tenuto dal dietista Marcello Greco, dal titolo: «Cibo, le cose buone vincono di corsa – La storia di Mino e del vecchio Olivio».

Related Articles