Salento Flash

Il Lecce non si ferma piu’: 3-2 alla Juve Stabia

 Breaking News
Il Lecce non si ferma piu’: 3-2 alla Juve Stabia
ottobre 08
07:51 2017

Il Lecce per continuare a vivere in cima alla classifica del Girone, la Juve Stabia per rientrare nel giro delle grandi. Liverani soprende tutti e schiera dal primo minuto Pacilli e Marino dal primo minuto. Recupera Di Piazza che parte quindi da titolare.

Terreno di gioco non in perfette condizioni. Dopo 8 minuti Lepore si fa male ed è costretto a lasciare il terreno di gioco per qualche minuto. La prima occasione da gol la costruiscono i campani con un tiro cross che attraversa tutta l’area di rigore salentina prima di spegnersi sul fondo.

Al minuto dodici punizione da buona posizione per il Lecce: la conclusione di Lepore però finisce sulla barriera. Il capitano però non ce la fa: al suo posto Liverani inserisce Drudi. Al minuto diciotto bravo Mancosu ad anticipare Matute pronto a battere Perucchini di ottima posizione. Al ventunesimo potenziale occasione per i giallorossi: punizione dalla sinistra difensiva dei campani, con la palla che arriva al centro dell’area per Cosenza che viene anticipato al momento della conclusione. Al 26′ tiro di Di Piazza che però non impensierisce l’estremo difensore della Juve Stabia.

Al 29′ destro di Viola che sfiora il palo alla sinistra di Pippo Perucchini. Passano 5 minuti e ci riprovano i padroni di casa con Strafezza che sfiora la traversa. 60 secondi e ancora Strafezza vince un contrasto con Marino e va alla conclusione che, per fortuna dei giallorossi, è troppo debole e angolata. Al minuto 38 prima occasione da gol per il Lecce e primo gol dei giallorossi: Cosenza prende palla nella propria area di rigore, serve Mancosu che appoggia per Pacilli, SuperMario salta l’uomo e mette al centro per Di Piazza che prima colpisce Branduani e poi ribatte in porta. Lecce in vantaggio alla prima vera occasione da gol.

Al 42′ padroni di casa vicini al pari con Paponi che di testa e da buona posizione non trova la porta. La Juve Stabia ci prova nel primo minuto di recupero ma è bravo Drudi ad anticipare Paponi al momento della conclusione.

La ripresa si apre con il pari della Juve Stabia: Crialese raccoglie palla dai 28 metri e scarica un sinistro potente che buca Perucchini. Uno a uno e palla al centro. Palla al centro e conclusione di Mancosu che però finisce alta sopra la traversa. Al 53′ il Lecce torna in vantaggio: sciagurato errore di Moreno che consegna palla a Pacilli che mette in moto Di Piazza il quale, invece di tirare, appoggia per Caturano che infila per la seconda volta il portiere campano.

Due a uno per i ragazzi di Liverani, bravi a lottare su ogni palla. La Juve Stabia accusa il colpo ed il Lecce mette in porta il terzo gol, ancora con Caturano, ancora servito da Di Piazza. I giallorossi ora dominano il match. Al minuto 59 Liverani richiama in panchina Pacilli ed inserisce Tsonev. La Juve Stabia getta il cuore oltre l’ostacolo e in pochi minuti raccoglie due chiare occasioni da gol: nella prima è bravo Perucchini, nella seconda ci mette una pezza Mirko Drudi.
Il Lecce abbassa i ritmi del gioco, costringendo di fatto i padroni di casa a giocare al piccolo trotto fino al 74′ quando Marino in fase di chiusura viene visibilmente spinto via dal numero 9 campano che poi serve Paponi per la piu’ facile delle conclusioni. Palla al centro e Torromino dentro per uno stanco Di Piazza. Al minuto 80 Cosenza si immola sul tiro di Paponi a colpo sicuro. Drudi non ce la fa e si accomoda in panchina. Il Lecce è in dieci che, però, al minuto 82 arriva comunque al tiro con Torromino che costringe Branduani alla deviazione in angolo. Ancora Cosenza all’84esimo libera con una spettacolare rovesciata l’area piccola di Perucchini. La Juve Stabia prova il tutto per tutto ma trova sulla propria strada una squadra rocciosa e decisa. Il Lecce vince anche al “Pinto” e continua a correre in classifica.

Related Articles