Salento Flash

Emanato il Decreto per l’acquisizione dei 24 CFU per l’accesso al percorso di formazione degli insegnanti

 Breaking News
Emanato il Decreto per l’acquisizione dei 24 CFU  per l’accesso al percorso di formazione degli insegnanti
agosto 11
16:48 2017

La Ministra Valeria Fedeli ha appena firmato il decreto riguardante i 24 CFU necessari per l’accesso al concorso per il nuovo percorso di formazione iniziale degli insegnanti. Molte le novità contenute nel decreto, la principale delle quali è rappresentata dai settori scientifico disciplinari (SSD) entro cui acquisire i 24 CFU e gli obiettivi formativi da raggiungere con questi crediti formativi. Gli ambiti disciplinari sono quelli relativi alla pedagogia, psicologia, antropologia e le metodologie e tecnologie didattiche.

L’acquisizione dei 24 CFU potrà avvenire in forma curricolare (le attività formative potranno far parte del piano degli studi dei corsi di laurea e di laurea magistrale cui lo studente è iscritto), in forma aggiuntiva (lo studente potrà acquisire questi crediti in forma extra-piano cioè aggiuntiva rispetto ai CFU richiesti per il conseguimento del titolo di studio di I e di II livello) o in forma extra-curricolare (nel caso di laureati che si iscrivano ad attività formative singole dopo il conseguimento del titolo di I e di II livello). L’acquisizione dei CFU curricolari o aggiuntivi sarà gratuita mentre è previsto il pagamento di una quota (per un massimo di 500 euro) per l’acquisizione dei CFU in forma extra-curricolare.

Non potranno essere acquisiti più di 12 CFU in forma telematica (rispetto ai 24) e le Istituzioni responsabili per l’erogazione di questi crediti saranno esclusivamente le Università e le Istituzioni AFAM. Vi è la possibilità di chiedere il riconoscimento di crediti acquisiti nei Master universitari, nei Dottorati di ricerca e nelle Scuole di Specializzazione purché le attività formative siano coerenti con gli obiettivi formativi indicati nel decreto.

«Un significativo passo in avanti verso l’effettiva realizzazione del nuovo percorso di formazione iniziale degli insegnanti» commenta Vincenzo Zara Rettore dell’Università del Salento «che chiarisce al sistema universitario le modalità con le quali potranno essere acquisiti i 24 CFU. Ci daremo subito da fare per rendere possibile all’interno del nostro Ateneo l’acquisizione di questi crediti che non comporterà costi aggiuntivi per i nostri studenti. Solo chi è già laureato dovrà pagare un importo che è di gran lunga inferiore rispetto a quanto precedentemente previsto per i TFA. Importante anche il fatto che si tenga conto delle condizioni reddituali di chi acquisisce i crediti in forma extra-curricolare. Penso, inoltre, che ci sarà molto da lavorare per realizzare questi percorsi in quanto vi è un ulteriore aspetto da considerare oltre l’acquisizione dei 24 CFU. Infatti, i requisiti per l’accesso alle classi di concorso della scuola, recentemente riformulati, prevedono in alcuni casi l’acquisizione di ulteriori crediti (oltre ai 24 CFU) in relazione alle specificità di ogni singola classe. Praticamente questo significa che bisognerà acquisire i 24 CFU perché sono il requisito di accesso al concorso ma che ci potrebbe essere la necessità di acquisire ulteriori CFU in relazione al titolo di laurea magistrale posseduto dallo studente e ai requisiti della classe di concorso della scuola. Una sfida impegnativa per il nostro Ateneo che siamo pronti ad affrontare nel migliore dei modi al fine di offrire garanzie ai nostri studenti che vogliano intraprendere la professione dell’insegnante».

Related Articles