Salento Flash

Incontro Provincia – Associazione Sud Est. Minerva: “Occorre ampliare platea dei fruitori di Knos”

 Breaking News
Incontro Provincia – Associazione Sud Est. Minerva: “Occorre ampliare platea dei fruitori di Knos”
luglio 10
10:02 2019

“A Michele Bee e all’Associazione culturale Sud Est ribadisco quanto detto sinora anche alle altre associazioni che hanno richiesto e ottenuto un incontro con l’Ente: l’adozione di un bando ci consentirà di riqualificare l’immobile e di giungere ad una maggiore fruibilità degli spazi da parte di una platea sempre più ampia, con un vero e proprio piano di gestione che tenga conto anche della sostenibilità economica”.

E’ questo il primo commento del presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, all’indomani dell’incontro a Palazzo Adorno con i rappresentanti dell’Associazione culturale Sud Est.

“La volontà dell’Ente è quella di rivedere il bando alla fine di un ciclo di incontri d’ascolto che vedano insieme Provincia di Lecce, Comune di Lecce e tutti gli attori sociali e culturali che hanno a cuore Knos e che vogliano concorrere a costruirne il futuro. Questo è il percorso che seguiremo: nessuno si senta escluso dal portare al tavolo idee e contributi”, prosegue Minerva, che conclude: “Una cosa è certa: tanto è stato fatto fino ad oggi, ma tanto ancora si può fare”.

Il presidente dell’Associazione culturale Sud Est Michele Bee spiega: “Abbiamo preso atto con soddisfazione dell’impegno assunto dalla Provincia di Lecce, così come abbiamo richiesto, di aprire un confronto con il Comune di Lecce, con la città e le organizzazioni sociali e culturali prima di procedere alla revisione della determina che introduce il bando. Con lealtà e impegno metteremo a disposizione tutta la nostra esperienza per la migliore riuscita di questo percorso. Nessuno dovrà sentirsi escluso o dovrà essere escluso”.

“Abbiamo ribadito che la legittima competizione, che prenderà avvio con la pubblicazione del bando per l’affidamento della gestione delle Manifatture Knos, dovrà essere aperta a tutti i soggetti no profit che saranno portatori di idee e proposte innovative, corredate da piani di sostenibilità economica e sociale, con criteri di valutazione chiari e trasparenti che partono dalla salvaguardia del profilo sociale e culturale delle Manifatture”, conclude Bee.

Related Articles