Salento Flash

Porto Cesareo (Le). Trevisi (M5S): “Intervenire per risolvere le criticità segnalate dai cittadini”

 Breaking News
Porto Cesareo (Le). Trevisi (M5S): “Intervenire per risolvere le criticità segnalate dai cittadini”
dicembre 22
09:35 2018

I cittadini di Porto Cesareo sono ormai stremati dalla mancanza della rete fognaria e dalla viabilità perennemente bloccata nella stagione estiva sulla litoranea per Torre Lapillo. Il sindaco non può continuare a restare immobile”. Lo dichiara il consigliere del M5S Antonio Trevisi, in seguito all’incontro con la cittadinanza di cui sono stati promotori i consiglieri comunali Stefano My e Francesco Schito.

Per decongestionare il traffico vanno adeguatamente segnalate – continua il pentastellato – e riasfaltate le bratelle interne alternative alla litoranea, che si collegano direttamente con la provinciale Nardò – Avetrana. I lavori per rendere fruibili queste bretelle vanno fatti ora, per non creare disagi nel periodo estivo, con la zona affollata dai turisti. La scorsa estate piú di una volta un’ambulanza restò intrappolata nel traffico, per fortuna senza conseguenze gravi per gli ammalati, e non possiamo permettere che simili episodi si ripetano. Per questo sarebbe utilepotenziare la rete delle idroambulanze soprattutto nelle nelle zone turistiche ad alta frequentazione, come quella di Porto Cesareo”.

Il consigliere salentino ribadisce la necessità di fare al più presto chiarezza in merito alle criticità riscontrate dalla Procura nell’ambito dei lavori di scavo per la realizzazione della rete fognaria che hanno portato al blocco dei lavori e al sequestro del cantiere e alla necessità di ulteriori approfondimenti dopo i risultati dell’Arpa che dimostrano la presenza di nichel, arsenico, e coliformi nei campioni prelevati.

“Pertanto è necessario che in tempi brevi – continua il consigliere cinquestelle – si provveda a superare l’emergenza sanitaria e ambientale che ha portato al sequestro del cantiere e ad assicurare, anche in considerazione degli ingenti investimenti previsti, una rapida ripresa dei lavori relativi alla rete idrica e fognaria, indispensabile per l’agglomerato di Porto Cesareo, assicurando al contempo la tutela dei delicati equilibri dell’ecosistema marino e costiero che rappresenta la risorsa fondamentale del territorio”. 

 

Related Articles